Forum Culture e confronto con Torino: contestato l’assessore comunale Daniele

repubblica_napoli

Bianca de Fazio | Repubblica Napoli | 10 luglio 2013 A NINO Daniele, assessore alla cultura del Comune, è toccata la parte del re nudo. Spogliato dai suoi colleghi di Torino, giunti a Napoli per raccontare come la loro città ha saputo investire in cultura. Racconti circostanziati, supportati da dati; … continua a leggere

«Vivoanapoli», insieme per restare e non «fuire»

corrieredelmezzogiorno

di Malania Guida | pubblicato su Il Corriere del Mezzogiorno del 5 maggio 2013 | articolo in pdf L’associazione. Costruire un sistema della cultura e promuoverlo come motore di sviluppo e di cambiamento sociale Il «modello Torino» come ipotesi di sviluppo urbano su cui riflettere e l’impegno di sottrarre alla destinazione di condominio culturale quel capolavoro … continua a leggere

Via a un “sistema cultura” per lo sviluppo sociale

repubblica_napoli

pubblicato su La Repubblica del 5 maggio 2013 | articolo in pdf Prima uscita al Pan di “Vivoanapoli” PRIMA uscita, ieri al Pan, per “Vivoanapoli”, la nuova associazione che si propone di riannodare i fili fra produttori e fruitori di cultura a Napoli. All’appuntamento, lanciato dalla promotrice Emillia Leonetti, c’era anche l’attore Andrea Renzi (foto), coestensore del manifesto dell’associazione, che … continua a leggere

Un sistema della cultura

repubblica_napoli

Emilia Leonetti | Presidente Associazione “VIVOANAPOLI”articolo pubblicato su La Repubblica – Napoli del 3 maggio 2013 Cari cittadini il 4 maggio presentiamo al PAN, ore 10.00, l’Associazione “VIVOANAPOLI”. Vi invito a partecipare per condividere  insieme a Andrea Renzi, Giulio Baffi, Pasquale Scialò, Mario Franco, Diego Guida, Giulio Maggiore, Maria Pia Incutti, … continua a leggere

Un momento perfetto

di Giulio Maggiore Ieri, verso ora di pranzo, mi trovavo a Mergellina per una passeggiata sul lungomare. L’improvvisa esplosione della primavera, tanto attesa dopo un marzo particolarmente piovoso, aveva indotto molti napoletani a fare lo stesso e gli scogli si andavano riempiendo di gioventù spensierata. Qualcuno azzardava anche un timido … continua a leggere